laBanda

Scuola e territorio


Home » Educazione minori » Scuola e territorio

Progetti psico-educativi, animativi e formativi

Tutti i progetti sono caratterizzati da una metodologia di intervento attiva ed esperienziale con una connotazione chiaramente psico-educativa.

I progetti che laBanda realizza nelle scuole e con le realtà associative dei territori in cui opera si differenziano tra loro per alcuni aspetti fondamentali:

  • le tematiche affrontate,
  • i destinatari,
  • le modalità di conduzione.

I singoli percorsi possono essere modellati sulle realtà che scelgono di sperimentarli.

L’équipe di lavoro che progetta e monitora l’andamento del percorso fornisce i professionisti più indicati.

La durata dei singoli percorsi è pensata per permettere il pieno raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Possono essere concordate modifiche in base ai bisogni, alle necessità e alle richieste della committenza.

Gli spazi delle attività saranno concordati con gli insegnanti di riferimento del progetto.

I percorsi realizzati dalla nostra équipe

I percorsi già attivi:

Progetto – Intrecciare percorsi –

Progetto operativo a Cardano al Campo in ATI con la Cooperativa Farsi Prossimo di Milano. 

La Cooperativa laBanda si occupa di realizzare interventi di tipo educativo presso le scuole primarie della città, intervenendo sulle dinamiche di gruppo e connettendo il lavoro educativo con quello didattico.

Obiettivo dell’intervento, che è iniziato due anni fa e proseguirà sicuramente fino al 2020, è consentire la formazione di contesti relazionali favorevoli agli apprendimenti, sviluppando nei bambini elementi di collaborazione e cooperazione, lavorando sull’autostima e sulla consapevolezza di sé.

Gli educatori che sviluppano il progetto sono in connessione con la figura di un pedagogista e collaborano in rete con le insegnanti, gli operatori del Comune e gli educatori della Cooperativa partner.

Progetto – Pegaso –

Progetto operativo a Olgiate Olona dal 2011. 

Gli educatori della Cooperativa laBanda sono presenti presso le scuole secondarie di primo grado, intervenendo su piccoli gruppi omogenei per classe, cercando di connettere il lavoro educativo con quello didattico mediante percorsi di carattere trasversale e interdisciplinare.

Per casi specifici viene proposto un affiancamento individualizzato presso le scuole primarie.

Obiettivo dell’intervento, che proseguirà sicuramente fino al 2020, è consentire la formazione di contesti relazionali favorevoli agli apprendimenti, sviluppando nei ragazzi elementi di collaborazione e cooperazione, lavorando sull’autostima e sulla consapevolezza di sé, promuovendo motivazione allo studio e gestendo le regole.

Gli educatori che sviluppano il progetto sono in connessione con i consigli di classe e collaborano in rete con gli operatori del Comune.

I percorsi realizzabili:

– Cyberbulli o CyberBELLI? –

Il percorso formativo è rivolto ai ragazzi delle classi seconde e terze medie della scuola secondaria e prevede di utilizzare una strategia di coinvolgimento che miri a rendere protagonista ciascuno di loro.

Il cyberbullismo è un fenomeno per il quale il prevaricatore vuole prendere di mira chi è ritenuto “diverso”, solitamente per aspetto estetico, timidezza, orientamento sessuale o politico, abbigliamento ritenuto non convenzionale e così via.

Generalmente la vittima di tale abuso rimane oggetto delle vessazioni altrui, senza riuscire ad identificare il prevaricatore, in quanto nascosto nella rete.

Il percorso che intendiamo proporre ai ragazzi mira invece a valorizzare le diversità e, attraverso un concorso fotografico che ha come obiettivo la partecipazione attiva, a stimolare la libera espressione della propria identità e a legittimare ciascun partecipante ad esporsi in prima persona mettendosi in gioco.

– Percorso di accoglienza –

Il progetto mira all’osservazione, gestione e “fondazione/formazione” del gruppo classe nella fase iniziale dell’anno scolastico, promuovendo un lavoro di conoscenza interpersonale e del nuovo contesto di riferimento, stimolando la costruzione di forme iniziali di scambio e di relazione e monitorando le dinamiche iniziali individuate nel gruppo.

Il progetto si rivolge a tutte le classi prime delle scuole elementari, medie inferiori e superiori, con focus e modalità diversi per ciascuna età.

Durata consigliata: da 2 a 4 incontri (di due ore ciascuno).

– Affettività e sessualità –

Il progetto mira a stimolare processi di esplorazione e di riflessione consapevole in merito alla sfera relazionale/affettiva, focalizzandosi sulle dimensioni della corporeità, delle trasformazioni psico-fisiche, dei vissuti emotivi, dell’identità di genere e della prevenzione.

Si rivolge a tutte le classi delle scuole medie inferiori e superiori, con focus e modalità diversi per ciascuna età.

Durata consigliata: da 5 a 10 incontri (di due ore ciascuno).

– Comunicazione –

Il progetto mira ad individuare le modalità interattive e comunicative, verbali e non verbali, presenti all’interno del gruppo classe e ad attivare processi di consapevolezza, favorendo la sperimentazione attiva di modalità alternative di comunicazione e la riflessione in merito alla possibilità di adottarle.

Il progetto si rivolge a tutte le classi delle scuole elementari, medie inferiori e superiori, con focus e modalità diversi per ciascuna età.

Durata consigliata: da 5 a 10 incontri (di due ore ciascuno).

– Conoscenza di sé –

Il progetto mira a stimolare forme di auto-esplorazione e di conoscenza di sé, promuovendo un processo di costruzione dell’identità integrato ed armonico che coinvolga le diverse sfere della personalità (cognitiva, corporea, emotiva, sociale).

Il progetto è indicato sia per le classi elementari che per le classi medie inferiori, con focus e modalità diversi per ciascuna età.

Durata consigliata: da 5 a 10 incontri (di due ore ciascuno).

– Cura di sé –

Il progetto mira alla riscoperta e alla sperimentazione di forme di benessere psico-fisico, attraverso la presa di coscienza del sé corporeo, l’ascolto delle proprie emozioni e percezioni sensoriali, e la riflessione intorno a dimensioni che investono il rapporto mente-corpo, tra cui l’alimentazione.

Il progetto si rivolge a tutte le classi delle scuole elementari e medie inferiori, con focus e modalità diversi per ciascuna età.

Durata consigliata: da 5 a 10 incontri (di due ore ciascuno).

– Dinamiche di gruppo –

Il progetto mira ad osservare e individuare le dinamiche relazionali presenti all’interno del gruppo classe, ad attivare processi di consapevolezza sulle proprie ed altrui modalità di interazione e di comunicazione, e a stimolare processi di cambiamento nell’ottica di un maggior benessere relazionale.

Il progetto si rivolge a tutte le classi delle scuole elementari, medie inferiori e superiori, con focus e modalità diversi per ciascuna età.

Durata consigliata: da 5 a 10 incontri (di due ore ciascuno).

– Integrazione delle diversità – inter-cultura –

Il progetto mira all’osservazione, gestione e integrazione delle differenze presenti nel gruppo classe, stimolando un pensiero divergente fondato sul concetto di “diversità come risorsa” e di “ribaltamento del punto di vista”, promuovendo la sperimentazione attiva di forme di cooperazione, di rispetto dell’altro e di empatia.

Il progetto si rivolge a tutte le classi delle scuole elementari, medie inferiori e superiori, con focus e modalità diversi per ciascuna età.

Durata consigliata: da 5 a 10 incontri (di due ore ciascuno).

– Laboratorio delle emozioni –

Il progetto mira al riconoscimento, alla discriminazione e alla gestione delle emozioni, attraverso l’esplorazione e la condivisione delle esperienze personali narrate per mezzo di diversi canali espressivi.

Il progetto è indicato sia per le classi elementari che per le classi medie inferiori, con focus e modalità diversi per ciascuna età.

Durata consigliata: da 5 a 10 incontri (di due ore ciascuno).

– Orientamento –

Il progetto mira ad attivare un processo di riflessione consapevole in merito al proprio percorso formativo, promuovendo l’autoesplorazione e la conoscenza di sé, e stimolando modalità di scelta responsabili e consapevoli.

Il progetto si rivolge a tutte le classi delle scuole medie inferiori e superiori, con focus e modalità diversi per ciascuna età.

Durata consigliata: da 5 a 10 incontri (di due ore ciascuno).

– Spazio d’ascolto (CIC) –

Il progetto mira alla costituzione di uno spazio, all’interno della scuola, che risponda al bisogno di ascolto dei ragazzi rispetto a delle problematiche/tematiche di carattere personale o di gruppo.

La metodologia utilizzata prevede l’ascolto attivo, il confronto, l’elaborazione critica dei vissuti problematici e l’individuazione di strategie.

L’intervento è di carattere psico-educativo e non tocca dimensioni terapeutiche o curative.

Il progetto si rivolge a tutte le classi delle scuole medie inferiori e superiori, con modalità diverse per ciascuna fascia d’età.

Durata consigliata: 1 o 2 aperture settimanali (di due ore ciascuna), per la durata di almeno un quadrimestre.

1 incontro (di due ore) per classe di presentazione del progetto.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial