5x1000 a laBanda Cooperativa

  1. Riporta il nostro codice fiscale 02681900128 nel modulo di devoluzione del 5X1000 della tua dichiarazione dei redditi.
  2. Scegli la casellina per il sostegno agli enti del terzo settore!

Grazie!

Una rete di opportunità per le donne vittime di violenza con figli minori

Perché Ri-scatto il futuro?

Perchè attraverso il percorso di integrazione il futuro di ogni donna sarà un RISCATTO, inteso come un’opportunità per conquistare la libertà.
Perchè sarà uno SCATTO in avanti nel percorso di autodeterminazione.
Perchè sarà come uno SCATTO di una fotografia, come un ritratto di sé che sarà ridisegnato.

Progetto

Il progetto intende creare un network di accoglienza rivolto a donne con bambinio/i, capace di offrire una “protezione” dentro le maglie del territorio e non dentro la struttura.
Una forte rete di servizi capace di dialogare permette alle donne e ai loro figli di vivere una dimensione dapprima attiva e in seconda istanza proattiva, utile al processo di autorealizzazione e propedeutico alla costruzione di una nuova realtà.
L’offerta sarà indirizzata sia alla donna che ai propri figli, evitando di cadere in un concetto di assistenzialismo inutile sia per i nuclei famigliari, che per il contesto sociale entro cui sono inseriti.
Tale azione è resa possibile grazie all’iniziale spostamento territoriale dei nuclei famigliari, che vivendo in un territorio diverso dal precedente possono esprimere i propri bisogni nella nuova rete territoriale.

Housing sociale, produttivo, diffuso

La permanenza dei nuclei famigliari donne con bambino/i all’interno degli appartamenti di housing è di circa 1 anno.
Saranno offerti: vitto e alloggio, la risposta ai bisogni primari, il supporto psicologico e un accompagnamento educativo incentrato sull’empowerment.
Il lavoro educativo prevede la costruzione un percorso fatto con la donna, si tratta di un PEI partecipato che non impone un modello educativo e mira alla costruzione di azioni condivise.
L’idea di base è quella di partire dai più delle donne, dalla loro forza piuttosto che dalle loro fragilità, pur rimanendo in una relazione educativa asimmetrica e complementare.
L’educatore si occuperà anche della costruzione della rete territoriale e, più nello specifico, di una risposta creata su misura, sia per quanto riguarda l’ambito lavorativo che quello sociale.
La costruzione della rete dei servizi quali la scuola o l’asilo per i figli minori, del consultorio per le richieste della donna, del medico di base, o del pediatra, dei servizi sociali territoriali, oltre che il lavoro di rete con le Forze dell’Ordine, costituisce la garanzia di un processo di integrazione che passa non solo dalla partecipazione attiva della cittadinanza, ma anche dal servizio pubblico che risponde ai bisogni dei nuclei famigliari e si integra con la rete territoriale privata.

soggetti

TITOLARE DEL PROGETTO

  • laBanda Coop

PARTNER

  • Università
  • Comuni
  • Centri Antiviolenza

STAKEHOLDERS

  • Oratori
  • Aziende

FFOO

  • Sportelli territoriali
  • Ospedali
  • Consultori
  • Sindacati
  • Scuole
  • Agenzie per il lavoro
  • Mass-media

OFFERTA

  • Rete di housing sociale diffusa, rivolta a donne CON FIGLI vittime di violenza.